#AFGHANISTAN2021

23 August 2021
Corpo: 

Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Al Presidente del Consiglio Mario Draghi

Al Presidente del Parlamento Europeo on. David Sassoli

Al Presidente Regione Lazio Nicola Zingaretti

Noi sottoscritte, donne del Consiglio e della Giunta comunale di Monte Porzio Catone, alla luce delle drammatiche notizie che giungono dall’#Afghanistan e nella profonda convinzione di interpretare un comune sentire, richiediamo e ci impegniamo a sostenere l’iniziativa del Governo italiano per l'attivazione dei corridoi umanitari per i cittadini afghani, in particolar modo per la messa in sicurezza di donne e bambini che, vittime incolpevoli di queste dolorose circostanze, necessitano di pronta e massima tutela. Rivolgiamo pertanto contestualmente il nostro appello affinché lo Stato Italiano e l'Unione Europea si adoperino in tutte le sedi per il rispetto dei diritti delle donne, dei bambini e delle bambine. Facciamo nostra e sosteniamo la proposta avanzata da Anci Nazionale per accogliere i migranti afghani sul territorio italiano secondo le disposizioni del Governo. Qualora i cittadini di Monte Porzio Catone e le forze politiche locali volessero dare il proprio contributo potranno riferirsi alle seguenti organizzazioni:

  • Comitato internazionale della Croce Rossa
  • Women for Women International;
  • Fondazione Pangea Onlus;
  • Afghanaid;
  • EMERGENCY;
  • IRC;
  • Save the Children;
  • Rukshana Media;
  • ADEP;
  • Women’s regional network;
  • Babà Mazari foundation;
  • Global Investigative Journalism Network;
  • Women in Journalism.

Grazie a Tutte e Tutti per l’ascolto e la condivisione di questo appello: l’umanità e la solidarietà attiva verso la popolazione afghana che ad oggi vede la propria stessa esistenza, la propria dignità e in particolar modo i diritti umani minimi della vitale componente femminile messi a sicuro rischio di fronte ai tragici sviluppi della situazione politica interna. Non si può attendere oltre.

È tempo di restare umani. Fate, facciamo, presto! perché "i diritti degli uomini devono essere di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegi" - (Gino Strada)

Caterina Morani

Francesca Valdambrini

Patrizia Santoro

Carla Carletti

Francesca Giusberti